Milan-Spal, pianto liberatorio: Gattuso e Higuain chiudono l’anno nel migliore dei modi

Allo stadio “San Siro” Milan e Spal si giocano una partita piu’ che decisiva per il campionato. Ultimatum per Gennaro Gattuso che, in caso di prestazione negativa, verrà esonerato. Punti importanti in chiave salvezza per la Spal, mister Leonardo Semplici si giocherà il tutto per tutto. Rossoneri schierati con il 4-2-3-1, unica punta Higuain. Ospiti che rispondono con il 3-5-2, zona offensiva affidata ad Antenucci e Petagna. Già dai primissimi minuti, i padroni di casa spingono molto, si difende bene la difesa ospite. Al 7′ viene annullato un gol a Romagnoli per posizione irregolare. Al 12′ su un tiro lento ed apparentemente innocuo, la Spal passa in vantaggio con Petagna. Deviazione decisiva di Romagnoli. Al 16′ Castillejo realizza subito la rete del pareggio con un tiro a giro dal limite dell’area, imprendibile per Gomis. E’ un ritmo altissimo quello che si registra nei primi 20′, entrambe le squadre non si accontentano del pareggio e spingono con tutti gli uomini nella metà campo avversaria. Al 35′ Bakayoko divora la rete del vantaggio con un tiro che finisce alto sopra la traversa. Piu’ Milan che Spal nei minuti finali del primo tempo. La prima frazione di gioco si chiude con il possesso palla nettamente a favore dei rossoneri, risultato fisso sull’1-1. Il secondo tempo si apre con una sostituzione nelle fila di Semplici, Dickmann si accomoda in panchina per far posto a Vicari. Le due squadre, a differenza dei primi 45′, giocano piu’ sulle difensive. Al 52′ la Spal manda in campo Fares per Costa, Semplici modella la propria squadra adattandosi agli schemi rossoneri. Gattuso risponde con il doppio innesto di Cutrone e Calabria per Abate e Castillejo. Al 63′ Higuain ritorna a segnare dopo un lungo digiuno, su assist di Calabria, l’argentino non sbaglia il tocco decisivo del 2-1. Vantaggio rossonero e lacrime per il calciatore che corre ad abbracciare Gattuso. Con lo svantaggio, Semplici si gioca l’ultima carta a disposizione, Valdifiori per Schiattarella. Gli ospiti provano ad attaccare gli spazi avversari, ma la difesa rossonera si chiude bene. All’81’ Higuain lascia il posto a Borini, standig ovation da parte del pubblico rossonero per l’argentino. La Spal prova l’assalto finale e gli ultimi cinque minuti gioca in superiorità numerica per l’espulsione di Suso. La partita si conclude sul risultato di 2-1, una vittoria importantissima per Gattuso e i suoi uomini. Il tecnico calabrese chiude l’anno ancora da tecnico rossonero, l’argentino Higuain ritrova la rete dopo un periodo piu’ che negativo. Spal che tenta il tutto per tutto fino alla fine, ma il triplice fischio manda tutti a casa.

Fonte foto: AC Milan