Napoli. Aggredito durante una rapina poi sfregiato per mancanza di soldi

Napoli. Aggredito e poi sfregiato durante una rapina perché il malcapitato non aveva soldi con se. E’ accaduto nella tarda serata di ieri in vico Neve a Materdei. La malcapitata vittima è un giovane garzone di nome Gianni che poco dopo le 23 stava rincasando. E’ stato affrontato da alcuni sconosciuti che lo hanno picchiato con calci e pugni e poi gli hanno sferrato una rasoiata al collo procurandogli una lunga ferita. Il giovane si è fatto medicare, ha denunciato l’accaduto e poi è tornato a casa. La cugina ha postato le foto della ferita al collo e del volto tumefatto del ragazzo sul suo profilo facebook chiedendosi: “Quale progresso? Quale civiltà? Cosa dovrei amare di questo quartiere così degradato? La polizia nel quartiere Sanità dove c… sta?”. E ha spiegato: ” Nel 2018 aggredito mentre rientra a casa appena alle 23:00 di Domenica sera…
Non è un drogato, non è un ladro, non uno scapestrato, semplicemente un vero bravo ragazzo che con umiltà fa il garzone. “Porta le spese” si dice; si perché a Napoli non è vero che puoi solo rubare, a Napoli se nasci in una famiglia onesta, ti circondi di gente onesta puoi scegliere di vivere anche con umiltà una vita onesta; peccato che gli onesti non sono tutelati; gli onesti so e “frat ro’ c…”, gli onesti alle 23:00 di sera di una tranquilla domenica possono vedere la morte sfiorarli…nella totale assenza delle istituzioni”. Sull’aggressione stanno indagando le forze dell’ordine.