Napoli, “You Will Never Walk Alone”: nello stadio delle meraviglie un’intera città è pronta alla battaglia

Anfield Road. Due semplici paroline inglesi che racchiudono un mondo di emozioni se solo il pensiero sfiora leggermente questo impianto. Uno stadio che prende il nome da una strada di Liverpool, città di mezzo milione di abitanti, capitale della contea del Merseyside. Apparentemente un paese calmo, solito clima english, ma quando un normalissimo tifoso dei Reds entra in questo stadio, il suo cuore e la sua mente ribollono di emozioni, un mix di amore e passione verso una squadra. Una squadra che rappresenta non solo il calcio ma un modo di essere e di fare che probabilmente non ha eguali in Europa. Liverpool è una piccola Buenos Aires dove il pallone, uno stupido oggetto per molti, non è solo un composto di cuoio ma un pezzo di anima che rotola. E quando la Kop incita i propri beniamini per l’avversario è la fine: una sorta di urlo del diavolo che mette letteralmente i brividi.
E domani sera proprio ad Anfield Road andrà in scena la sesta giornata dei gironi di Champions League tra Liverpool e Napoli. Una partita straordinariamente speciale, una partita tra due tifoserie incredibili. una partita da dentro fuori. In gare come queste non è possibile fare pronostici, in campo scenderanno 22 giocatori tra i migliori del panorama calcistico europeo ed entrambe le compagini meriterebbero assolutamente di passare il turno. Ma il destino ha voluto metterle nello stesso girone ad agosto e con ogni probabilità una delle due dovrà salutare questo speciale torneo.
Ma il Napoli domani sera non sarà solo. Il Napoli domani sera avrà tutta una città a sostenerlo, da casa ma soprattutto da quei leggendari sediolini. Non si sa quanti napoletani saranno a Liverpool. La cosa certa è che il settore ospiti sarà strapieno con circa tremila supporters provenienti dalla città di Pulcinella. Però in tutti i settori di Anfield ci sarà sicuramente un cuore azzurro pronto a battere per i propri idoli. Sarà difficile, forse uscire indenni da questa partita sarà impossibile ma Ancelotti è pronto a dare battaglia, è pronto a giocarsela contro Klopp certamente ad armi pari. Bisognerà segnare, altra impresa difficilissima vista la sola rete subita in campionato in casa dal Liverpool. Ma Insigne, Milik, Mertens, Callejon, Allan, Hamsik sono pronti. Via la paura, Anfield va conquistato con grinta e qualità, caratteristiche che non mancano al Napoli. Mancano poche ore allo show, Napoli freme, Napoli ha fame, Napoli vuole vincere.