Nel segno del Toro, decide Lautaro Martinez, Inter batte Napoli 1-0

Nel posticipo della diciottesimo giornata, l’Inter ospita il Napoli di Carlo Ancelotti, per il quale ieri Spalletti ha speso parole al miele. I nerazzurri devono subito ripartire dopo la beffa giunta nel finale a Verona, cercando di accorciare le distanze proprio dai partenopei. Prima frazione tra le più belle in assoluto di questa stagione, a discapito di quanto reciti il risultato di 0-0. Entrambe le squadre provano a fare la partita mettendo in campo tanta intensità e diverse giocate individuali degne di nota, ma a fare da protagoniste sono le difesa d’acciaio guidate rispettivamente da Skriniar e Koulibaly. Unica nota storta del primo tempo i cori razzisti nei confronti del difensore senegalese da parte di un gruppo di idioti, non definibili tifosi in quanto macchierebbero l’incredibile pubblico presente, in 64 mila questa sera. Nel secondo tempo l’Inter, che aveva fatto la partita nella prima frazione, cala di condizione e il Napoli guadagna campo. Inizia la classica girandola di cambi, ma il risultato non cambia, la partita svolta a 10′ dalla fine con l’espulsione di Koulibaly, migliore in campo fino a quel momento, che dopo essere stato ammonito applaude platealmente Valeri e viene espulso. Il Napoli avrebbe l’occasione di vincere comunque la partita, ma Asamoah si sostituisce ad Handanovic e ferma un tiro diretto in porta di Zielinski. Al 91′ l’Inter passa in vantaggio grazie ad un’azione infiocchettata dai tre subentrati: Keita crossa, velo di Vecino e conclusione di prima di Lautaro che batte Meret. Nel finale espulsione di Insigne dopo le scintille con Keita