Rapina a portavalori sul Raccordo Salerno-Avellino, il racconto degli automobilisti

Una scena da film quella di ieri mattina lungo il raccordo autostradale Salerno-Avellino alla quale hanno assistito, impietriti, decine di automobilisti. Una rapina a dei portavalori, che viaggiavano in direzione Salerno, curata nei minimi dettagli e particolari. Dei banditi hanno messo a ferro e fuoco entrambe le carreggiate, anche se la rapina è avvenuta sulla carreggiata in direzione Sud, quindi Salerno, subito dopo la galleria di Serino.
“Mi ha chiesto di scendere e dare le chiavi dell’auto ed io terrorizzato ho fatto come mi diceva”. E’ il racconto di un automobilista minacciato da un bandito con un mitra.
“Siamo stati bloccati con le loro auto – dice – erano almeno in quattro. Sono scesi dalle vetture tutti con volto coperto da un cappuccio e armati. Ci hanno raggiunti e costretto a consegnare le chiavi delle nostre auto. Non riuscivo a capire – racconta – cosa stesse succedendo. Ma ho visto davanti a me tutto quello che hanno fatto. Mentre i due banditi armati sono scesi dalla vettura per minacciarci, gli altri hanno cosparso di benzina le loro auto e la carreggiata. Poi hanno dato fuoco e sono scappati rubando i veicoli di altri automobilisti. In quel momento io ne ho visti almeno cinque in azione. Dopo qualche chilometro ho visto che hanno incendiato anche un’altra auto”. Pare che i malviventi non siano campani ma a colpire tutti coloro che si sono interfacciati con loro è stato l’accento pugliese. Degli abili rapinatori che hanno mantenuto la freddezza anche quando si sono trovati davanti ai carabinieri di Serino e la Polizia Stradale di Atripalda. Non hanno risposto al fuoco, si sono semplicemente dileguati con efficiente rapidità. Il tutto è durato pochissimi minuti. I malviventi avevano fatto trovare sul posto anche una piccola ruspa utilizzata dopo aver bloccato i blindati per l’apertura delle casseforti. Le indagini sono curate dai carabinieri e dalla polizia stradale del comando di Avellino. Ad agire almeno una 15ina di persone nel complesso. Dopo l’assalto il gruppo si è dileguato uscendo dal raccordo per le strade cittadine. Non è da escludere che abbiano raggiunto la Puglia o siano in attesa che le acque si calmino per poi far rientro a casa. Durante tutta la mattinata di ieri anche un elicottero delle forze dell’ordine ha perlustrato l’area ma dei banditi nessuna traccia.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità