Castellammare. Disagi nelle scuole, Nastelli: “Intervenire subito, la scuola resti priorità dell’Amministrazione”

anno scolastico in sicurezza

Castellammare di Stabia. La qualità di un amministrazione la misura dall’attenzione che essa pone nei confronti della scuola e della sua platea – a dirlo in una nota è il consigliere comunale di opposizione Castellammare di Stabia Giovanni Nastelli – L’ ambiente scolastico è il miglior investimento per il futuro della città, avremo bisogno di tutta le capacità e dell’intelligenza dei nostri ragazzi perché essi sono la risorsa più preziosa nell’ avvenire della nostra società e della nostra amata terra. La professionalità, l’ impegno e la passione dei nostri docenti sono la prova evidente su cui poter essere sereni, ma allo stesso tempo fanno da contralatare le anomalie e le defaillance delle strutture, come quelle emerse prima della pausa natalizia e che purtroppo continuano a protrarsi anche dopo. Tra pochi giorni riapriranno le scuole. Dalle feste al calduccio domestico, alle temperature polari sin dentro l’aula. Ebbene sì, anzi purtroppo è così. I nostri figli, i nostri nipotini, i nostri piccoli Stabiesi, si apprestano così al ritorno tra i banchi gelidi per guasti agli impianti di riscaldamento. Come è accaduto per l’istituto comprensivo Wojtyla. Lo stesso Istituto lamenta da tempo alcune anomalie al soffitto della palestra, con il sottoscritto che ha segnalato tempo fa il pericolo. Ancora più grave quanto è in atto presso la sezione del Lattaro. In una nota il Preside ha invitato il corpo dei docenti, ed il personale tutto a traslocare presso la sede centrale di Moscarella. Insomma in un edificio scolastico attenzionato da possibili problematiche strutturali, il 7 gennaio si ritroveranno un numero elevato di bambini costretti ad emigrare senza essere al sicuro. Questo solo per evidenziare alcuni aspetti controversi. È obbligo di questa Amministrazione assicurare la massima sicurezza ed efficienza funzionale di tutte le scuole del nostro territorio prima del 7 gennaio. E rassicurare tutti che i controlli effettuati hanno dato certezze strutturali ed ambientali. Al dirigente preposto, all’assessore al ramo e allo stesso Sindaco il compito di intervenire in maniera tempestiva per la risoluzione delle annosi questioni”.