Commercio abusivo in Villa a Castellammare. La Lega contro l’Amministrazione: “Solo parole, vogliamo i fatti”

Castellammare di Stabia. Il coordinatore della Lega Giovanni Tito bacchetta la sua stessa maggioranza sulla questione del commercio illegale in Villa Comunale da parte di un nutrito gruppo di extracomunitari che, soprattutto nei fine settimana, occupano parte della villa insistente su Via Bonito. La vicenda che pare non voglia essere risolta si manifesta ormai da mesi. Ad eccezione di qualche “blitz” fatto dall’assessore alla sicurezza Scafarto si è fatto ben poco. Così Giovanni Tito, su Facebook, a nome anche del consigliere comunale leghista, Giulio Morlino, che siede tra i banchi della maggioranza bacchetta l’amministrazione di centrodestra guidata da Cimmino. “Sono mesi che chiediamo – scrivono Tito e Morlino a questa amministrazione di risolvere il problema della vendita di materiale contraffatto in villa comunale nel tratto di Via Bonito, che ormai è diventato un vero e proprio mercato a cielo aperto. Non solo provoca disagio in molti cittadini che credono ancora che questa città possa diventare turistica, ma anche nei nostri elettori che ci chiedono di intervenire per risolvere tale problema. Noi siamo in maggioranza in questo consiglio comunale e chiediamo con forza di intervenire e di risolvere tale problematica che non solo provoca disagio ma ci rende deboli ed inefficaci agli occhi degli stessi venditori. Adesso, non solo chiacchiere ma fatti. L’assessore alla legalità chieda un tavolo per l’ordine e la sicurezza pubblica con tutte le forze dell’ordine al fine di risolvere questo fenomeno dilagante. La Lega, che oggi rappresentiamo, resterà sempre vicino ai nostri cittadini e commercianti della nostra città perché per noi vengono “prima gli stabiesi.” CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK