Coppa Italia: Debacle Roma, al Franchi si impone la Fiorentina 7-1

La Fiorentina per continuare sulla scia della vittoria di Verona, la Roma per riprendersi da una surreale rimonta a Bergamo, viola e giallorossi si sfidano al Franchi nel match valido per la qualificazione alla semifinale di Coppa Italia. Osservati speciali Chiesa e Zaniolo, futuro della Nazionale e osservati speciali di Mancini e Oriali presenti in tribuna. Entrambi i giovani sono reduci da due ottime prestazioni nell’ultimo turno di Serie A, il primo autore di una doppietta, il secondo di due assist. Dopo neanche sette minuti è proprio il figlio d’arte a portare in vantaggio i gigliati: la Roma perde un sanguinoso pallone in uscita, innescando il letale contropiede dei padroni di casa, Mirallas la mette tesa al centro e Chiesa fa 1-0. Un minuto più tardi la Lupa prova la reazione, da calcio d’angolo è bravo Cristante nella girata, ma il suo tentativo si spegne sul palo. Al 18′ colpisce ancora il numero 25 viola, bravissimo a scattare sul filo del fuorigioco con uno scatto da centometrista e a battere Olsen con un delizioso tocco sotto. Al 28′, nel momento di maggior controllo della Fiorentina, colpisce la Roma che accorcia le distanze grazie a un fantastico tiro da fuori di Kolarov che incrocia col sinistro spedendo la palla nel sette. Non c’è pace però per Olsen che al 33′ deve alzare bandiera bianca per la terza volta, va a segno anche Muriel servito da Milenkovic, bravo a prendersi la corsia sinistra e servire bene il compagno. Si chiude 3-1 per i padroni di casa, una prima frazione di gioco piena di gol ed emozioni, bravi a sfruttare le disattenzioni giallorosse. Nella ripresa la Roma tenta una timida reazione ma è di nuovo la Fiorentina ad andare in gol, questa volta con il suo centrocampista più prolifico: Benassi defilatosi sulla destra viene servito da Muriel e fa passare il pallone sotto le gambe di Olsen firmando il 4-1. Pochi minuti dopo ennesima grana per i capitolini, Dzeko entrato all’inizio del secondo tempo, viene mandato negli spogliatoi per rosso diretto. Al 73′ un Chiesa insaziabile firma la tripletta personale, la prima da professionista. Ennesimo contropiede della viola che approfitta di una difesa allo sbando per realizzare con estrema facilità il pokerissimo, seguito dal coro dei tifosi di casa: “ma che siete venuti a fa…..” Al 78′ Simeone, appena entrato, firma il 6-1, sancendo la debacle romanista. L’attaccante argentino, altro figlio d’arte, viene lasciato completamente solo all’interno dell’area e ritrova il gol che mancava da dicembre. All’89’ Simeone trova il 7-1, bravo a scattare alle spalle di una difesa disastrosa a dir poco e a piazzare la palla nell’angolo basso. Si conclude così, senza recupero, questo quarto di finale, la Fiorentina stravince e passa il turno, ad attenderla in semifinale ci sarà la vincente tra Atalanta e Juventus che si sfideranno questa sera.