Gragnano. Mascolo: “La città è paralizzata, è preoccupante l’assenza di programmazione”

Gragnano. “Concordiamo con chi ritiene che l’amministrazione comunale non si debba occupare unicamente di arrivare dopo 30 anni e due bocciature all’approvazione del PUC e trincerarsi dietro tale strumento, essendoci davvero anche tanto altro sul quale lavorare e impegnarsi con massima dedizione. A noi, infatti, preoccupa anche proprio l’assenza di una pianificazione e programmazione su quel “tanto altro”, che in questi anni stiamo, dai banchi dell’opposizione, chiedendo a gran voce. La città è paralizzata e immobilizzata da oltre due anni ed all’orizzonte non si vedono iniziative, interventi e proposte progettuali adeguate per risolvere e sbloccare questioni da anni irrisolte. Giriamo la proposta delle dimissioni invocate dall’ex sindaco Serrapica a tutti i consiglieri di maggioranza, gli unici ad avere i numeri in aula per decretare la fine di questa gestione fallimentare. Invitiamo la maggioranza a farsi un esame di coscienza con il nuovo anno e decidere rapidamente se cambiare rotta nell’interesse dei bisogni della città oppure se non vi sono gli strumenti e le condizioni, mettere fine a quest’agonia e dare la possibilità ai cittadini di ritornare alle urne”. A dirlo in una nota il consigliere comunale Mascolo.