Incidenti stradali, Napoli e Latina città con tasso di mortalità più alto

Milano, Venezia, Padova e Trevi sono sono le province con più incidenti, mentre Latina e Napoli quelle con il tasso di mortalità più alto. Sono i dati che emergono da “Localizzazione degli incidenti stradali 2017 sulle strade provinciali”, lo studio, realizzato dall’ACI, che analizza il numero di incidenti, sia in valore assoluto che rispetto ai km di strada (densita’), e la gravita’ degli incidenti vale a dire i morti in valore assoluto e indici elevati (tasso di mortalita’ e indice di gravita’) sulla viabilita’ secondaria provinciale. Le province con l’incidentalita’ piu’ elevata – sia per numero che per densita’ di incidenti – sulle strade extraurbane secondarie sono: Milano (693 km di strade, 741 incidenti, 13 morti e 1.194 feriti), Venezia (860 km, 490 incidenti, 12 morti e 709 feriti), Padova (1.039 km, 542 incidenti, 14 morti e 745 feriti) e Treviso (1.136 km, 586 incidenti, 15 morti e 863 feriti). Le province con gravita’ elevata – per numero di morti, tasso di mortalita’ (morti ogni 1.000 incidenti stradali) e indice di gravita’ – sono, invece: Latina (938 km di strade, 249 incidenti, 21 morti e 443 feriti) e Napoli (520 km, 267 incidenti, 22 morti e 435 feriti). Tra le strade provinciali con un maggior numero di incidenti e morti in valore assoluto, ci sono: la Prenestina (Roma) con 112 incidenti, 4 morti e 173 feriti; la Jesolana, (Venezia) con 89 incidenti, 3 morti e 122 feriti; la Binasco-Melegnano (Milano) con 52 incidenti, 3 morti e 84 feriti e la Circunvallazione esterna (Napoli) con 62 incidenti, 6 morti e 93 feriti.