Inter e Sassuolo non si fanno male, pari a reti inviolate a San Siro

Davanti a più di 11 mila bambini delle scuole milanesi, del network Scuole Calcio Inter e del Centro Sportivo Italiano, l’Inter ospita il Sassuolo e cerca di sfatare il tabù neroverde, contro i quali non vince da quattro partite. Spalletti, a differenza di quanto lasciato intendere in conferenza stampa, lascia in panchina Nainggolan, preferendogli Joao Mario. Prima frazione a reti inviolate e tutto sommato equilibrata, con l’Inter che prova a fare la partita, ma muove troppo lentamente la palla, rendendo la vita facile agli uomini di De Zerbi, unica occasione nerazzurra un insidioso tiro di Politano sul quale Consigli si supera. D’altra parte il Sassuolo non rinuncia alle proprie idee di gioco e cerca sempre d’iniziare l’azione dal basso, a volte rischiando, il più pericoloso è Boateng, ma l’ex Milan trova Handanovic sempre pronto. La seconda frazione parte sulla falsa riga del primo, le squadre si allungano più presto del previsto, ma questo non basta per sbloccare il risultato. Al 60′ entra in campo Nainggolan per un positivo Joao Mario e a dieci dalla fine Spalletti prova il tutto per inserendo Borja Valero e Lautaro Martinez, nella speranza che il suo ingresso possa essere decisivo come nella partita contro il Napoli. Nel finale intervento eccezionale di Handanovic che salva l’Inter dalla debacle. Termina 0-0 a San Siro, pareggio giusto che regala un punto a testa alle due squadre. Migliori in campo sicuramente i piccoli tifosi nerazzurri che danno una lezione di tifo sugli spalti.