Napoli. Anziana massacrata di botte dagli scippatori, il figlio della vittima: “Aggressione disumana”

«Una aggressione dai contorni disumani si è consumata sabato mattina in pieno centro a Napoli. Una donna di 75 anni è stata ridotta in fin di vita durante uno scippo». La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. «Sabato mattina la malcapitata camminava lungo viale Gramsci – spiega Borrelli -, diretta a casa del figlio in piazza Sannazaro, quando è stata fermata da due giovani che le hanno chiesto dei soldi. Pensando a dei mendicanti, ha detto che non aveva spiccioli. A quel punto le hanno strappato la borsa, sottraendo 75 euro dal portafogli. Non contenti l’hanno violentemente malmenata, lasciandola in un lago di sangue. Oltre ad una frattura dell’orbita e dell’area temporale, le hanno provocato contusioni su tutto il corpo e una profonda ferita lacero-contusa».
«Mia madre – afferma il figlio della vittima, anch’egli medico – è stata vittima di una barbarie, un’aggressione inumana. Il tutto si è consumato alle 11 di mattina, in pieno centro. Mi chiedo come sia possibile una cosa del genere. Se accadono cose del genere a due passi dal lungomare, cosa succede nei vicoli?».«Si tratta di un fatto gravissimo – chiosa Borrelli -, aggravato dall’orario. Non è accettabile che violenze del genere si consumino alla luce del sole. Chiediamo maggiore presenza alle forze dell’ordine e massima attenzione nelle indagini. Questi due delinquenti devono essere assicurati quanto prima alla giustizia». CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK