Napoli. Bomba a Sorbillo, domani manifestazione di solidarietà dei pizzaioli napoletani

Domani, alle ore 16, all’esterno della pizzeria di Gino Sorbillo, danneggiata da una bomba esplosa questa notte, si terrà una manifestazione dei pizzaioli napoletani per esprimere vicinanza a Sorbillo. L’evento è stato anticipato oggi da un flash mob organizzato fuori da Sorbillo, al quale hanno partecipato, tra gli altri, il consigliere regionale campano dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il consigliere del Sole che Ride alla II Municipalità di Napoli Salvatore Iodice, che hanno dichiarato: “Abbiamo voluto dimostrare la nostra solidarietà a Gino, uno dei simboli della Napoli perbene. Quella bomba è contro tutta la città. Hanno attaccato una persona onesta che, con la capacità imprenditoriale e la abilità di pizzaiolo, ha creato ricchezza e posti di lavoro in una zona troppo spesso dimenticata dalle istituzioni. Gli auguriamo di riaprire al più presto così da dimostrare che le intimidazioni e la violenza non fanno paura”. “Auspichiamo – hanno aggiunto Borrelli e Iodice – che lo Stato si ricordi di garantire la sicurezza dei cittadini. L’attentato alla pizzeria Sorbillo è solo l’ennesimo episodio di una lunga serie di intimidazioni agli imprenditori a Napoli e provincia”.
“L’attentato alla pizzerie Sorbillo è solo la punta dell’iceberg – ha affermato Barbara Porta Volatile, del comitato civico Decoro Centro Antico2 -, la zona dei Tribunali e il centro storico in generale sono stati completamente dimenticati dalle istituzioni. Nelle ultime settimane vari commercianti di via Tribunali hanno subito rapine all’interno dei propri esercizi. Le forze dell’ordine sono sottodimensionate e non riescono a fare fronte all’emergenza. Le istituzioni, totalmente assenti, non sono state neanche in grado di organizzare la viabilità in occasione delle festività natalizie. Vivo qui da quando sono nata e una tale anarchia non l’avevo mai registrata. Purtroppo anche la parte buona di Napoli sembra essere assuefatta a questo declino, occorre un’immediata inversione di tendenza”.