Napoli, Giuntoli: “Vicini al rinnovo, sono felice. Mendes ci offrì Cristiano”

Il direttore sportivo del Napoli Cristiano Giuntoli si è concesso ai microfoni di Sky Sport, dichiarando di essere molto vicino al rinnovo di contratto con la squadra azzurra: “Mi hanno proposto il rinnovo e siamo vicini: sono contento di restare, mi trovo benissimo a Napoli e con la proprietà. Il presidente mi tratta come se fossi suo figlio, mi ha accolto in questa splendida famiglia. Con me non è mai arrogante, non ha mai alzato la voce. Anzi, ha sempre un approccio corretto nei miei confronti”. Il ds dei Partenopei svela poi diversi retroscena accaduti nelle passate sessioni di mercato, dall’interesse nato già lo scorso inverno per Fabian Ruiz alla possibilità di portare CR7 all’ombra del Vesuvio: “Fabian volevamo prenderlo già al gennaio, non fu possibile e strappammo una promessa al procuratore. La cosa assurda e che, quando arrivò Ancelotti, me lo chiese e lo spagnolo era praticamente l’unico calciatore che avevamo già fermato. Una coincidenza incredibile. Cristiano Ronaldo – prosegue Giuntoli – Ci è stato proposto, è vero. Abbiamo un ottimo rapporto con il suo procuratore Jorge Mendes dai tempi del rinnovo di Ghoulam, ci sentiamo spesso. Lo propose sia De Laurentiis che a me, siamo rimasti un attimo zitti: quando approfondimmo, ci rendemmo conto che fosse un’operazione fuori portata”.
“In questo momento è la squadra più forte d’Europa – dichiara il ds a proposito della Juventus – mettersela dietro sarebbe un sogno. Poi penso che se ce l’ho fatta contro il Lecce ai tempi del Carpi quell’anno, allora posso farcela anche con i bianconeri. È qualcosa di difficilissimo, ma dobbiamo e vogliamo crederci”.