Scafati. Gioia per amici e familiari: Alessio ritorna a casa

E’ stato dimesso questa mattina dall’ospedale Monaldi il 15enne Alessio dopo il periodo di convalescenza a seguito del delicato intervento chirurgico ricevuto nel nosocomio partenopeo. Ad Alessio, con problemi cardiaci, è stato impiantato il cuore del medico Di Stazio, morto agli inizi di gennaio in seguito ad una meningite fulminante. Per il 15enne  inizia da oggi una nuova vita possibile grazie alla volontà della famiglia del camice bianco di Mugnano. L’estate scorsa Alessio era stato colpito da un malore di lì il trasferimento al Monaldi dove gli fu istallato un cuore artificiale una soluzione temporanea servita a tenerlo in vita si ma in una stanza di ospedale. Dopo circa dieci ore di intervento gli è stato impiantato un cuore naturale. Dopo settimane trascorse in ospedale il ragazzo è ritornato nella sua Scafati accolto da amici e familiari. Durante la permanenza in ospedale sposarono la causa di Alessio anche alcuni personaggi famosi come Federico Bernardeschi, attaccante della Juve e della Nazionale Italiana, che spedì una maglia autografata. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
(Nell’immagine la foto di Alessio con la maglia di Bernardeschi dal suo profilo Facebook)