Scavi di Pompei lo scatto hot del Lupanare fa il giro del web

Sta facendo il giro del web l’immagine diffusa dal Parco Archeologico di Pompei. La scena ritrae un atto carnale; ai tempi le prostitute, schiave greche, venivano pagate tra i due e gli otto assi. Il tutto si svolgeva al Lupanare, una vera e propria casa del piacere. L’edificio era eretto in due piani, dove in quello inferiore si trovavano cinque camere con un letto in muratura e una tenda che manteneva la privacy. Il termine “lupanare” si riferisce proprio alla parola “lupa” che in latino significava proprio prostituta.