Statale 268 del Vesuvio, bandite due gare per adeguamento di sistemi tecnologici

L’Agenzia campana per la mobilita’, le infrastrutture e le reti (Acamir) ha bandito due gare di appalto a procedura aperta relative al progetto del sistema complessivo dell’intervento ‘Strada statale 268 del Vesuvio e viabilita’ interconnessa – Applicazione dei sistemi tecnologici per la messa in sicurezza e monitoraggio’. Il sistema, inteso a consentire la sorveglianza dell’arteria e della rete stradale interconnessa, ricadente nel quadrante settentrionale del territorio esposto al rischio vulcanico, e’ stato strutturato su una duplice modalita’ operativa: ordinaria ed emergenziale. In caso di allarme Vesuvio, al fine di agevolare l’allontanamento preventivo della popolazione residente nei Comuni attraversati dall’arteria (circa 300mila persone), la modalita’ emergenziale, gestita dalla Protezione civile della Regione Campania, consentira’ il monitoraggio della percorribilita’ delle arterie interessate, la diffusione alla cittadinanza delle informazioni relative, e soprattutto il coordinamento delle forze in campo impegnate nella gestione dell’emergenza. Il progetto, nella sua visione complessiva, prevede la realizzazione di 93 impianti destinati a ospitare telecamere e/o pannelli a messaggio variabile, la fornitura di 400 telecamere di varie caratteristiche, una rete di telecomunicazione per consentire agli apparati installati di comunicare con le rispettive centrali operative (Anas e Acamir), e una centrale operativa in Acamir che consenta di processare i flussi informativi prodotti dalle telecamere. Pertanto, con un importo a base di gara di 2.251.765 euro, al netto di Iva, comprensivo degli oneri di sicurezza da rischi di interferenza pari 13.915 euro non soggetti a Iva, e’ stata bandita la gara per la progettazione, fornitura e installazione di 20 impianti destinati ad ospitare 28 pannelli a messaggio variabile. La scadenza di presentazione delle offerte e’ fissata alle 12 dell’11 febbraio prossimo. Invece, la gara per la progettazione, fornitura, posa in opera e messa in funzione della rete wireless e di 400 telecamere, da installarsi sui 93 impianti del progetto complessivo, ha importo di 4.204.549,40 euro al netto di Iva, comprensivo degli oneri della sicurezza da rischi da interferenza pari a 9.475,40 euro non soggetti a Iva, con scadenza di presentazione dei termini alle 12.00 del 26 febbraio venturo.