Tifosi rapiti in Nigeria mentre guardavano Milan-Napoli in un locale

Uomini armati hanno rapito sette tifosi nigeriani mentre, sabato scorso, stavano guardando in tv la partita di calcio del campionato italiano Milan-Napoli in un locale pubblico in Nigeria, a , nello Stato di . Lo hanno riferito fonti della polizia. Secondo il proprietario del locale, Sanusi Ishie, i responsabili potrebbero appartenere a bande criminali che nella zona effettuano sequestri per ottenere un riscatto. “Richiederanno certamente denaro per liberare le vittime”, ha detto raccontando di gente in fuga al momento dell’irruzione. Il portavoce della polizia di Zamfara, Mohammed Shehu, ha confermato il rapimento aggiungendo che squadre specializzate sono state “mobilitate per trovare i rapiti”. Polizia e testimoni oculari parlano di almeno 20 persone che hanno fatto irruzione nel locale, armate e vestite con uniformi militari. Le comunità agricole di Zamfara sono da anni martoriate dal furto di bestiame e da rapimenti a scopo di riscatto. Nell’aprile scorso intervenne anche l’esercito nigeriano per combattere le bande e Birnin Magaji, dove è avvenuto il sequestro dei sette tifosi, è una delle zone più colpite da questo fenomeno. Lo scorso dicembre la polizia dichiarò di aver ucciso 104 banditi nel distretto di Birnin Magaji, nel corso di rappresaglie durante le quali morirono 16 poliziotti. Un influente politico dell’area di Zamfara chiese che le milizie civili venissero dotate di fucili d’assalto per difendersi dai raid. Proprio la questione sicurezza nello Stato di Zamfara è uno dei punti del programma elettorale del presidente Muhammadu Buhari, che nel febbraio prossimo punta alla rielezione.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità