(VIDEO) Battisti ritorna in Italia dopo 38 anni, nel pomeriggio a Rebibbia

Cesare Battisti è ancora all’aeroporto romano di Ciampino: nei locali della struttura militare presente nell’aeroporto gli agenti della Direzione centrale della Polizia di prevenzione gli stanno notificando gli atti e i provvedimenti emessi a suo carico dalle Procure italiane e diventati definitivi, in particolare i due ergastoli. A quel punto, scortato dalla Polizia penitenziaria, mentre anche un elicottero delle Forze dell’ordine vigilerà dall’alto sul tragitto, Battisti sarà portato in Questura in via di San Vitale a Roma, per il fotosegnalamento. Conclusa anche questa procedura sarà trasferito al carcere di Rebibbia, dove potrebbe arrivare nel primo pomeriggio. “Ringrazio il governo brasiliano, il presidente Bolsonaro e le autorità boliviane che hanno fatto in modo che questo lunedì fosse memorabile per tutti”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in una dichiarazione all’aeroporto di Ciampino, pochi minuti dopo l’atterraggio dell’aereo che ha ricondotto in Italia Cesare Battisti dopo 38 anni di latitanza.