Whatsapp dichiara guerra alle fake news

Whatsapp limiterà la possibilità di condivisione dei messaggi, contribuendo in questo modo alla lotta contro le “fake news”. Ad annunciarlo è stata la stessa applicazione di messaggistica istantanea, entrata a far parte nel 2014 del gruppo Facebook. Già a luglio l’azienda aveva messo in atto delle misure di salvaguardia in India, paese in cui si sono verificati episodi di linciaggio in seguito a voci circolate attraverso i social, inserendo tra le altre cose un limite al numero di utenti ai quali è possibile trasmessere un messaggio. La stessa Whatsapp aveva inoltre pubblicato annunci sui giornali per sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo al tema delle notizie false. Dopo aver raccolto per sei mesi le opinioni degli utenti, la scelta è stata quindi quella di estendere la misura all’interno pubblico dell’applicazione. “Da oggi, tutti gli utilizzatori dell’ultima versione di Whatsapp, possono condividere un messaggio solo con ginque persone o gruppi di persone alla volta”, si legge in una nota, nella quale la società precisa che continuerà “ad ascoltare le opinioni degli eutenti” e che, col tempo, studierà nuovi modi per “rispondere ai contenuti virali”. Il limite precedente era fissato a venti condivisioni.