Aperta un’inchiesta sulla morte della 28enne di Torre del Greco all’ospedale San Leonardo

Castellammare di Stabia. Sarà la magistratura a fare luce sulla morte di Lucia Balzano, la 28enne di Torre del Greco morta ieri notte all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. La donna di San Giorgio a Cremano ma residente a Torre del Greco da una decina di giorni aveva partorito suo figlio. Secondo una prima ipotesi ad ucciderla sarebbe stata una sepsi infettiva, presumibilmente da meningococco. Febbre, dolori alla testa e al ventre. Dolori che sono stati associati al parto cesareo cui si era sottoposta Lucia per partorire suoi figlio che è ricoverato per accertamenti all’ospedale pediatrico Santobono-Pausilipon. Quella febbre, evidentemente, non era riconducibile al post parto ma era il segnale di un’infezione in corso, una sepsi come trapela dall’ASL. Arrivata in ospedale, accompagnata dai familiari, dopo alcuni minuti lamentava dolori alla nuca e al basso ventre. Dopo un primo consulto medico è stata prospettata l’ipotesi meningite facendo scattare la profilassi. La donna è stata isolata ed è scattata la profilassi tra gli operatori e per i familiari che hanno avuto contatto con la 28enne. Si è anche pensato il trasferimento all’ospedale per le malattie infettive Cotugno ma le condizioni sono subito precipitate. Il marito e il padre della donna hanno presentato denuncia alla Procura di Torre Annunziata che ha dato mandato ai carabinieri di Castellammare di Stabia di sequestrare il corpo della donna e raccogliere le cartelle cliniche del ricovero a Castellammare e del ricovero all’ospedale di Torre del Greco oltre alla clinica privata dove la donna ha partorito. Ad ora nessun medico è iscritto nel registro degli indagati, con molta probabilità saranno raggiunti nei prossimi giorni, quale atto dovuto, da un avviso di garanzia il medico di base, il ginecologo e tutti i medici che hanno assistito Lucia nelle cliniche in cui è stata curata. Nei prossimi giorni sarà effettuato l’esame autoptico sul corpo di Lucia, dall’autopsia la verità sulla morte della 28enne. La notizia della morte ha destato non poca preoccupazione. Circa dieci giorni fa all’ospedale San Leonardo giunse un 14enne colpito da meningite, ieri una bambina di 2 anni e mezzo trasferita poi al Cotugno e ricoverata in gravi condizioni. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK