Bufera sul maestro di Foligno, l’uomo si difende: “Era un’attività per l’integrazione”

Parla il maestro finito al centro della bufera per aver umiliato un bambino in una scuola di Foligno. Il maestro ha mandato il piccolo di colore in un angolo, scatenando lo sdegno del web. Oggi, lo stesso, ha dichiarato: “La mia era un’attività per l’integrazione finalizzata a far prendere coscienza agli studenti del concetto di differenza razziale e di discriminazione”. Intanto la famiglia del bambino ha presentato un esposto alla Procura, confermando che i bambini non sapevano di alcun esperimento sociale svolto in classe.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità