Attualità

Colla cinese velenosa sequestrata in tutta Italia: 2 milioni di confezioni tolte dal mercato

Era importata dalla Cina la colla sequestrata in tutta Italia dalla guardia di finanza. Settecentomila confezioni, per un valore di circa 2 milioni di euro, sono state tolte dal mercato. Secondo gli esami tecnico-scientifici disposti dalla procura di Torino, che ha coordinato le indagini, contenevano sostanze vietate e pericolose. Come il cloroformio, potenzialmente irritante, e il dicloroetano, che e’ anche tossico e irritante. Una semplice inalazione, secondo l’accusa, avrebbe provocato lesioni acute o croniche. Sono dieci gli imprenditori, italiani e cinesi, denunciati dalle fiamme gialle. I primi indizi sulla pericolosita’ della colla ‘made in China’ sono emersi nei mesi scorsi, in seguito agli accertamenti effettuati sui campioni prelevati dai Baschi Verdi durante alcuni controlli in empori e negozi del capoluogo piemontese. Le successive indagini hanno permesso alle fiamme gialle di disarticolare l’intera filiera dei prodotti nocivi. Gli stick di uso comune, spesso utilizzati anche dai bambini a scuola, erano stoccati in alcuni depositi del Sud Italia, in particolare in Puglia e in Campania. Grazie al supporto dei colleghi di Martina Franca (Taranto) e Torre Annunziata (Napoli), ne sono state sequestrate altre 15mila confezioni, pronte per essere commercializzate in tutta Italia. All’interno della colla cloroformio e dicloroetano, proprio come nei campioni, in concentrazioni superiori ai limiti consentiti dalla legge: in caso di inalazione, ingestione o assorbimento cutaneo, anche in piccolissime quantita’, le lesioni – sostengono gli esperti interpellati dalla guardia di finanza – potevano essere gravi. Numerosi i sequestri effettuati, oltre che in Piemonte, dove e’ appunto partita l’operazione, e in Puglia e in Campania, dove sono stati scoperti i depositi della merce proveniente dalla Cina, anche in altre regioni d’Italia. I dieci imprenditori sono accusati, a vario titolo, di reati che vanno dalla frode in commercio alle false indicazioni qualitative dei prodotti, dall’immissione in commercio di prodotti pericolosi sino alla commercializzazione di articoli contenenti sostanze vietate. Rischiano tutti pesanti condanne, oltre a sanzioni alquanto elevate.

Antonio Carlino

Tags
Back to top button
Close

Adblock Attivo

<strong>ATTENZIONE:</strong> OnlineMagazine.it è un portale completamente gratuito composto da ragazzi, la maggior parte dei quali studenti universitari. Il nostro sito vive grazie alla pubblicità ma abbiamo deciso di limitarne estremamente l’utilizzo tramite pochi e semplici banner non invasivi, del tutto integrati all’interno del template. <br/><strong>Su Online Magazine non troverete:</strong> <ul> <li>Site Skins (intero sfondo con pubblicità)</li> <li>Banner a comparsa a tutto schermo</li> <li>Banner a comparsa nell’angolo in basso a destra</li> <li>Video con audio fastidioso</li> <li>Banner che superano le dimensioni standard iAB</li> <li>Banner che compaiono automaticamente mentre leggete un articolo</li>.<br/>E inoltre anche chi amministra questo sito è “un utente del Web” ed è perfettamente cosciente di quanto possano essere “fastidiose” le pubblicità quando diventano troppo numerose oppure estremamente invasive.<strong> Su OnlineMagazine.it non troverete mai nulla di tutto questo</strong> <strong>quindi vi chiediamo di disattivare l’utilizzo dell’AdBlocker sul nostro sito.</strong><br/>Per farlo, basta cliccare sull’icona dell’estensione AdBlock o uBlock del vostro browser e <strong> scegliere di disattivarlo soltanto su questo sito</strong>. Adblock continuerà a funzionare su tutti gli altri siti Web<br/> <b>GRAZIE </b>