Costituiti i due colpevoli della sparatoria a Roma: “Manuel deve avere giustizia”

Si sono costituiti i due ragazzi che hanno sparato e ridotto alla paralisi il giovane nuotatore, Manuel Bortuzzo. Si tratta di due giovani, Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano. Entrambi sono accusati di tentato omicidio premeditato e aggravato da abietti e futili motivi. I due rischiano una condanna dai 7 ai 20 anni in quanto i magistrati collegano la premeditazione poichè i due sono tornati sul luogo della rissa dopo essere andati a prendere la pistola. “Io mi sono costituito e vado in carcere perché è giusto che Manuel abbia giustizia” – sono le parole di Bortuzzo- mentre Bazzano afferma di non essere stato a conoscenza dell’arma impugnata dall’amico. I due, dopo una rissa scaturita in un locale, hanno sparato a Manuel, convinti che fosse un’altra persona. Attraverso i loro legali, i due hanno fatto sapere di voler scrivere una lettera alla famiglia di Manuel poichè addolorati dall’accaduto. Il giovane nuotatore intanto è venuto a conoscenza della paralisi, avvertito dal padre, lo stesso ragazzo ha rassicurato la madre, affermando di aver capito subito la situazione.