Il Governo sta per aumentare il costo del carburante: altro che taglio delle accise


Il duo Lega-Movimento 5 Stelle che aveva promesso di tagliare le accise sui carburanti già dal primo consiglio dei ministri non solo non ha mantenuto la promessa ma sembrerebbe avere in programma di aumentare il costo del carburante. Secondo il quotidiano la Repubblica, infatti, i governo starebbe lavorando ad un piano che prevede di tagliare le agevolazioni fiscali a chi inquina l’ambiente. Il piano prevede dunque di eliminare alcuni sconti sull’Iva che costano alle casse dello stato circa 16miliardi di euro. Una delle oltre 400 misure che andrebbe cancellata è quella che riguarda l’equiparazione dell’accisa sul diesel a quella sulla benzina. Il diesel, che è più inquinante della benzina, al momento è soggetto a uno sconto fiscale, che il piano del governo andrebbe ad eliminare. L’idea è quella di razionalizzare le agevolazioni fiscali esistenti che farebbero recuperare allo stato quasi 55 miliardi sul bilancio del 2019. Queste operazioni sono in analisi in vista del Def di aprile. Inoltre il governo vorrebbe eliminare le agevolazioni fiscali alle compagnie aeree sul carburante (esenzione dal pagamento delle accise). Resta una buona notizia per l’ambiente e per le casse dello stato, per i contribuenti un po’ meno.

Total
0
Shares
Previous Article

Facebook potrebbe limitare la visibilità dei gruppi no-vax

Next Article

Foggia, Padalino: "Partita non bellissima, ma tattica. Non avremmo meritato la sconfitta"

Related Posts