Il Napoli va sul velluto con lo Zurigo, ma le disattenzioni nel finale sono evitare: è 1-3


Affanni pochi e solo nel finale, il Napoli trionfa, come da pronostico, nei sedicesimi d’andata di Europa League. Lo Zurigo non è riuscito ad impensierire particolarmente la squadra di Ancelotti, trovando gol solo allo scadere su calcio di rigore.
Gli azzurri si mostrano quindi superiori nella prima frazione, andando negli spogliatoi col vantaggio di 2-0, frutto delle reti di Insigne al minuto 11 quando i partenopei approfittano di un errore del portiere di casa, con la palla che giunge a Milik, generoso a servire il numero 24 che deposita in rete a porta vuota. La gara vede ancora il Napoli comandare il gioco, a discapito dello Zurigo, e gli uomini di Ancelotti riescono addirittura a raddoppiare con Callejon al 21′ lesto a spedire palla in fondo al sacco dopo, l’invitante cross dalla destra di Malcuit. Il doppio vantaggio permette ai partenopei di amministrare la gara. La ripresa vede il Napoli iniziare proprio come aveva finito la prima frazione, amministrando quindi il gioco con i padroni di casa inermi per larghi tratti. Lo Zurigo si rende poi pericoloso alla metà della ripresa col tiro di Ceesay spentosi sull’estero della rete. Il Napoli però inizia a spingere e replica con l’iniziativa di Fabian che finta il tiro eludendo la difesa di casa e serve Milik sulla destra ma il polacco non è preciso nella conclusione. Da azione d’angolo gli azzurri provano poi a siglare il tris col colpo di testa di Koulibaly ma Brecher si supera ed evita il peggio. Il portiere però nulla può sul terzo gol del Napoli, quando ancora Malcuit vede in mezzo Zielinski ed il polacco è bravissimo a mandare fuori tempo un avversario con una finta e calciare sul primo palo: è 3-0. La marcatura scuote lo Zurigo che si rigetta in avanti e ha un’ottima chance con Marchesano quando quest’ultimo usufruisce del velo di un compagno e calcia ma la conclusione si spegne alta sulla traversa. Gli svizzeri diminuiscono poi il passivo con un calcio di rigore assegnato per fallo di mano di Maksimovic (dubbio): dal dischetto Kololli opta per un cucchiaio e Meret è battuto. Nei minuti conclusivi il Napoli rischia tantissimo quando Fabia pin si fa rubare palla e Kryeziu tenta al volo da fuori area con la sfera che bacia la parte interna della traversa tornando poi in campo e Khelifi spara su Meret. Negli ultimi scampoli Ounas si trova tra i piedi la palla per un pericoloso contropiede ma giunto davanti a Brecher la sua mira non è corretta.
TABELLINO:
ZURIGO (4-2-3-1): Brecher; Untersee, Maxco, Nef; Kharabade; Domgjoni (dal 1′ st Marchesano), Kryeziu, Untersee; Kololli, Odey (dal 35′ st Khelifi), Winter (dal 22’st Ceesay). A disposizione: Vanins, Schonbachler, Kryezium, Zumberi. Allenatore: Magnin
NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam (dal 30′ st Luperto); Callejon, Allan (dal 15′ st Diawara), Fabian, Zielinski; Milik, Insigne (dal 23′ st Ounas). A disposizione: Ospina, Chiriches, Hysaj, Gaetano. Allenatore: Ancelotti
Marcatori: all’11’pt Insigne, al 22’pt Callejon, al 32′ st Zielinski, al 38′ st Kololli (rigore)
Ammonizioni: Untersee, Kryeziu, Ghoulam, Diawara, Maksimovic
Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 4 minuti nella ripresa

Total
0
Shares
Previous Article

Lautaro Martinez non fa rimpiangere Icardi, l'Inter passa 0-1 a Vienna

Next Article

Reggina-Potenza, pareggio a reti inviolate al "Granillo"

Related Posts