Napoli, De Laurentiis: “Bilancio in rosso da tre anni, ma vogliamo trattenere i big”

“E’ facile criticare, ma vincere i campionati è difficilissimo perché gli altri non stanno a pettinare le bambole. Si organizzano, acquistano, sono potenzialmente fortissimi sul campo economico. E fanno dei numeri allo stadio superiori al Napoli”. Queste le dichiarazioni del patron Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, al microfono di Radio Kiss Kiss Napoli dopo la conferenza di presentazione del ritiro di Dimaro. “Noi abbiamo fiducia nelle nostre potenzialità e ho sempre investito. Sono tre anni che chiudo in rosso il bilancio, ma non me ne pento. Si doveva investire e l’abbiamo fatto”, ha aggiunto. Da quanti anni ci teniamo campioni per Insigne, Mertens, Koulibaly, Albiol, Hamsik? Noi non viviamo di acquisizioni e rivendite immediate come fanno gli altri. Cerchiamo di dare il massimo e tenerci i giocatori perché ci piace vincere”, ha detto ancora De Laurentiis. Immancabile, infine, la solita frecciata polemica contro il ‘palazzo’. “Purtroppo lo sport è così, si vince e non si vince. Poi diciamo che l’Italia è un paese in cui la liceità è cosa rara. Non voglio seminare sospetto, ma è un complesso calcistico che va avanti da tempo”, ha concluso.