Castellammare. Scontro al Petraro, ascoltata la donna coinvolta nell’incidente

Castellammare di Stabia. E’ indagata per omicidio stradale la giovane donna che ieri pomeriggio era alla guida dell’auto che si è scontrata con lo scooter di grossa cilindrata guidato da Pasquale Alfano, il noto imprenditore 49enne morto questa notte all’ospedale Cardarelli di Napoli. Un violento impatto, avvenuto poco dopo le 16 di ieri pomeriggio, all’incrocio tra Via Petraro e Via Motta Bardascini. L’uomo, le cui condizioni sono apparse gravi fin dall’inizio, dopo l’arrivo al San Leonardo è stato trasferito d’urgenza al Cardarelli di Napoli. Poco dopo mezzanotte il 49enne ha avuto un arresto cardiaco, inutili le manovre per rianimarlo. Pasquale non ce l’ha fatta ed è morto poco dopo. Sul caso indagano i Carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia coordinati dalla Procura di Torre Annunziata. I militari hanno effettuato i rilievi stradali, ascoltato la giovane donna ancora sotto choc ed effettuato gli esami del caso. La guidatrice, stabiese, secondo quanto accertato dagli esami effettuati al San Leonardo non ha assunto ne alcol ne sostanze stupefacenti. Il corpo di Alfano è stato posto sotto sequestro dal pubblico ministero per effettuare l’esame autoptico da parte del medico legale che, probabilmente, si terrà lunedì. Sarà l’autopsia a fare maggiore luce sull’accaduto. Sotto sequestro anche il veicolo guidato dalla donna e la motocicletta sulla quale vi era Alfano per ulteriori accertamenti. I militari stanno assemblando ogni elemento utile ai fini dell’indagine e per stabilire eventuali responsabilità. La morte dell’imprenditore, conosciuto da tutti come Amico Mio, per la nota attività nel centro cittadino ha suscitato molto scalpore a Castellammare. L’uomo era conosciuto da tantissime persone, soprattutto giovani, che hanno voluto anche affidare la loro tristezza per l’accaduto sui social. Sono infatti tanti i messaggi lasciati in ricordo di Pasquale. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK