Circum, niente straordinari: i lavoratori dicono no

Il presidente di Eav, Umberto De Gregorio, attraverso una nota apparsa sui social aziendali aveva annunciato dei disagi che si stanno puntualmente verificando in queste ore: ”La ben nota carenza di personale in tutti i settori aziendali – ha scritto De Gregorio – ha indotto l’azienda ad attivare le procedure concorsuali per l’assunzione di 350 unita’, le cui prove selettive partiranno l’11 marzo. Nel frattempo, con l’aiuto delle organizzazioni sindacali e dei lavoratori tutti, si e’ sopperito alle carenze con il massiccio ricorso a prestazioni straordinarie. Un settore aziendale ha ritenuto, inaspettatamente, di non accettare prestazioni straordinarie per i giorni 6 e 7 marzo: circostanza che comportera’ importanti disagi o il blocco della circolazione ferroviaria”. La mancata accettazione delle prestazioni straordinarie ha comportato, per le sole linee vesuviane, una variazione nell’esercizio. In particolare, le linee Pomigliano-Acerra e Torre Annunziata-Poggiomarino sono state chiuse all’esercizio e per le stesse sono stati attuati servizi navetta sostitutivi con autobus dell’Autoservizi Meridionali. ”Per le restanti linee vesuviane – fanno sapere da Eav – il servizio sara’ assicurato pur non escludendo la possibilita’ di turbative per quanto attiene la regolarita”’. Si segnalo infatti ritardi per diversi treni e in alcuni casi la cancellazione di corse inizialmente programmate. Ulteriori disagi sono annunciati per venerdi’ 8 marzo, quando e’ in programma una sciopero gia’ programmato da alcuni giorni.