Coinvolte anche ragazzine e minori nel giro di spacciatori in Penisola Sorrentina

Ci sono anche ragazze e minori nell’inchiesta dei carabinieri coordinata dalla Procura di Torre Annunziata nell’ambito della lotta allo spaccio di stupefacenti e che ha portato all’esecuzione di 26 misure di custodia cautelare. Tre delle misure sono a carico di donne. E’ quanto emerge nelle oltre 700 pagine di ordinanza firmata dal gip del tribunale di Torre Annunziata. Tra le donne compare Viviana De Liso che, secondo quanto sostenuto dagli investigatori, avrebbe insieme a Mario Molinari, Luigi Cioffi e Filippo Ciacciopoli, tentato di imporsi nell’area come spacciatori. In totale gli indagati sono 28. Sono poi oltre 100 gli episodi di cessione documentati nella misura cautelare firmata dal gip Antonello Anzalone, in alcuni dei quali emerge anche un ruolo attivo di un minorenne imparentato con Molinari. E un altro minorenne e’ per due volte tra i componenti del “commando” che si occupa degli atti di intimidazione nei confronti degli spacciatori “concorrenti” a Vico Equense. E’ lui che da’ alle fiamme, usando benzina da una bottiglia, la Volkswagen Tourane parcheggiata in un cortile la notte del 10 marzo 2018, così come fora le gomme di un autocarro in precedenza. Un’altra vettura, una Audi A3, era stata incendiata il 19 giugno 2017. In una occasione, il 17 febbraio di un anno fa, alcuni componenti della banda prendono a calci la macchinetta cambiamonete di un bar di Vico Equense, portando via 172 euro. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK