I social non funzionano, gli utenti in panico chiamano la polizia. Gi agenti: “Non possiamo farci nulla”

Buona parte del mondo in panico nel tardo pomeriggio di ieri fino a questa notte per problemi riscontrati ad Instagram, Facebook e WhatsApp. Molti utenti nel panico più totale hanno pensato di affidarsi alle forze dell’ordine. E’ accaduto in Nuova Zelanda dove i poliziotti sono stati tartassati di telefonate tanto da dover scrivere su Twitter, l’unico social che ieri non ha subito problemi, di non chiamare. “Non chiamate, per favore. Lo sappiamo – scrivono gli agenti – nemmeno i nostri profili Facebook e Instagram hanno funzionato in queste ore. Purtroppo però non possiamo fare nulla perché, lo sapete, i social network hanno sede in America e noi siamo la Polizia. Quindi per favore non chiamateci più per questo motivo”.


Un caso simile è avvenuto anche in Australia. In questo caso la polizia ha giocato d’anticipo e così sul profilo ufficiale è comparso l’annuncio: “Sappiamo che Facebook e Instagram non funzionano. Per favore non chiamateci per farcelo sapere”.