Napoli. De Magistris: “Se il governo cade, mi candido a guidare il paese”

“Quando sara’ il momento ci faremo trovare pronti, o a scadenza naturale oppure, se dovesse cadere il governo in autunno, io sicuramente saro’ uno di quelli che si candideranno a guidare il Paese”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine dell’incontro a Milano con il sindaco, Giuseppe Sala, rispondendo a chi gli ha chiesto se l’asse Milano-Napoli si presenta come alternativa alle forze di governo. “Non credo che l’alternativa politica in questo momento possa essere rappresentata da chi e’ la causa della nascita di questo governo. Se invece si mettera’ in campo una rete di sindaci, amministratori, associazioni, allora forse questo potra’ portare anche ad una crisi del governo – ha aggiunto -. Anche perche’ il M5S e’ in caduta libera e nel giro di un anno ha fatto diventare leader Matteo Salvini, lo si avverte tra gli elettori dei 5 stelle e noi dobbiamo fare presto a costruire una alternativa”. “Sono impegnato a farlo anche fuori dai confini della mia citta’, mi metto a disposizione, stiamo lavorando per costruire l’alternativa – ha concluso -. Non si riparte dal centrosinistra ma da qualcosa che l’Italia non ha mai avuto. Ci vuole tempo per costruirlo ma ci faremo trovare pronti. Con il sindaco Sala abbiamo delle divergenze ma e’ il momento, se devi creare un campo largo, di farlo anche con chi la pensa diversamente da te”.