Napoli-Juve, al ‘San Paolo’ accade di tutto: i bianconeri ringraziano e volano a +16

La Juventus vince al San Paolo e vola a +16 in classifica, ipotecando lo scudetto. Le reti di Pjanic ed Emre Can regalano la vittoria alla squadra bianconera, ai partenopei non basta il gol di Callejon.

La partita si avvia su altissimi ritmi, entrambe le compagini attaccano l’area di rigore avversaria mostrando un buon gioco. La situazione cambia al 25′, quando un retropassaggio di Malcuit costringe Meret ad un uscita avventata su Cristiano Ronaldo: per Rocchi c’è contatto con conseguente espulsione. Ancelotti si vede costretto a mandare in campo Ospina per Milik. Sulla punizione causata dal fallo, Pjanic insacca il pallone in rete mandando così in vantaggio la propria squadra. Il Napoli non perde la testa ed attacca immediatamente, Zielinsky in contropiede brucia la difesa avversaria ma il pallone colpisce il palo. La Juventus sfrutta la superiorità numerica, trovando il raddoppio con Emre Can prima dell’intervallo.

Nella ripresa Pjanic si guadagna il secondo giallo, finendo in anticipo la sua partita e lasciando in dieci uomini la propria squadra. Il Napoli resta concentrato e per una buona mezz’ora attacca costantemente la porta difesa a Szczesny. La rete arriva al 61′ con Callejon. La Juventus sembra in difficoltà e la grande occasione per il Napoli arriva al 83′ quando Alex Sandro prende con il braccio il pallone in area. Dal dischetto Insigne colpisce il palo, gelando il San Paolo.

La Juventus ringrazia la dea della fortuna e vola in classifica, il Napoli esce a testa alta, rimpiangendo le molteplici occasioni da gol sprecate ed il rigore sbagliato.