Napoli. Sequino (Lega): “No all’aumento della tassa di soggiorno”

Napoli. “Il sindaco de Magistris ha deciso di aumentare la tassa di soggiorno nella città di Napoli, senza nemmeno confrontarsi con gli operatori del settore turistico. Chiedere ai turisti più soldi senza prima migliorare servizi, decoro e sicurezza, non è accettabile”. Lo afferma, in una nota, Biagio Sequino, responsabile regionale enti locali della Lega. “A questo punto è lecito domandarsi anche come sono stati spesi i soldi già incassati. Forse non è a conoscenza che nel 2018 i maggiori competitor dell’Italia sono stati Germania, Croazia, Spagna, Grecia, Turchia i quali hanno intrapreso delle politiche manageriali nell’ottimizzare i servizi per i turisti garantendo più sicurezza e meno tasse. Il Sindaco di Napoli adotta il criterio inverso, invece d’invogliare i Tour Operator a far visitare Napoli aumenta la tassa di soggiorno ai turisti minando la crescita del comparto turistico e impoverendo ulteriormente il nostro territorio”, aggiunge Sequino.