Pompei. Tenta di rapinare due minori che reagiscono e lo mettono in fuga: identificato e arrestato

Pompei. I carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia e di Torre Annunziata, unitamente ai colleghi di Pompei, hanno dato esecuzione ad un’ordine di carcerazione ai domiciliari emessa dal gip di Torre Annunziata nei confronti di G.R., 18enne stabiese incensurato. Il giovane dovrà rispondere di tentata rapina aggravata, lesioni personali e porto illegale di arma bianca. La sera del 4 marzo nella stazione Circumvesuviana di “Moregine” avrebbe tentato di rapinare due 17enni dei loro smartphone e dei soldi minacciandoli con un coltello. Avrebbe intimato i due dicendo “datemi i soldi e il cellulare e nessuno si farà male” ma le vittime, due studenti di Pompei, hanno reagito bloccando il malfattore, disarmandolo e mettendolo in fuga dopo una violenta colluttazione. Dopo aver subìto il tentativo di rapina i 2 minori sono andati in ospedale per farsi visitare: hanno riportato una frattura alle ossa nasali e ferite superficiali alle braccia e alle gambe. Dal pronto soccorso è partita la segnalazione ai carabinieri. I militari sono intervenuti così nel presidio ospedaliero stabiese ed hanno raccolto la denuncia delle vittime e la loro descrizione del rapinatore arrivando, anche grazie alle immagini del circuito di sorveglianza installato nella stazione, alla sua identità. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK