Ritorsioni al San Giovanni Bosco: ruote bucate alle auto dei dipendenti nel parcheggio sottratto agli abusivi

“Ruote bucate alle auto dei dipendenti nel parcheggio. Sono iniziate le ritorsioni della criminalità per il nuovo corso del San Giovanni Bosco. Ai delinquenti della zona non sta bene che il commissario dell’Asl Napoli 1 Verdoliva abbia messo alla porta i parcheggiatori abusivi e stia via via eliminando le sacche di illegalità all’interno della struttura come da noi richiesto da tempo”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli. “Nelle giornate di lunedì e martedì alcuni dipendenti e parenti dei pazienti hanno trovato le ruote delle loro auto bucate. La camorra sta tentando di stroncare l’operazione di ripristino della legalità che è in corso all’interno dell’ospedale. I delinquenti vogliono riconquistare le rendite di posizione che si erano guadagnati nel corso degli anni. Rendite che, nella loro concezione, erano immodificabili”. “L’episodio delle ruote bucate – prosegue Borrelli – non va sottovalutato. A questo avvertimento potrebbero seguire altre forme di rappresaglia, più gravi. Il Questore deve intervenire al più presto, istituendo una postazione di polizia all’interno dell’ospedale. Le guardie giurate nel parcheggio sono presenti fino alle 21, dopo quell’orario è necessaria la presenza organizzata delle forze di polizia per stroncare criminali e abusivi. Solo così si potrà restituire sicurezza ai dipendenti e ai pazienti del San Giovanni Bosco e far capire ai delinquenti e camorristi che oramai per loro è finita”.