Spalletti: Icardi? So dell’incontro ma sto preparando la partita. Eintracht? Dobbiamo essere all’altezza delle loro qualità”

Alla vigilia della difficile trasferta di Europa League, Spalletti torna a parlare affrontando temi caldi e rilasciando dapprima delle dichiarazioni a Sky Sport 24: “Sarà una di quelle serate da saper vivere, la vita passa velocemente. Tutto va forte, bisogna affrontarla nello stesso modo nella direzione in cui va. Le gare sono da affrontare cercando di vincerle, andando più forte degli avversari, riuscendo a esibire la nostra forza e la nostra mentalità. Vogliamo far vedere chi siamo. Il 2019 dell’Eintracht senza sconfitte? Sono una squadra che tende a fare la partita, a forzarla. A volte in modo scomposto ma ti vengono addosso forte, vogliono un ritmo fatto di corsa e contrasto fisico. Quando si vedono pressati la buttano sulle punte, riescono a rendere giocabile ogni cosa randellata forti della loro statura, della loro stazza. Sono punte tipicamente ‘tedesche’ per la forza che esibiscono, per la mentalità che hanno nel cercare di vincere le partite. Dobbiamo essere all’altezza delle loro qualità. L’assenza di Nainggolan per infortunio? Quando si perde un giocatore per infortunio è sempre un dispiacere. Succede, durante un campionato, di lasciare fuori qualche elemento. Il vero dispiacere non è l’infortunato che manca, il vero dispiacere è chi non è nella lista: sono loro che mi mancano, li vedo dentro la squadra, sarebbe stato giusto che ci fossero stati. Icardi? Ho letto dell’incontro ma stavo preparando l’allenamento. La gara riempie il mio contenitore dei pensieri, ho usato tutto lì. Non c’è stata pausa, non c’è spazio per pensare a qualcosa d’altro”. Dopodiché parte la consueta conferenza stampa di presentazione al match e la prima domanda è proprio sull’Eintracht, prossimi avversari dell’Inter: “Stanno facendo un ottimo campionato e giocando un calcio importante. Riescono a risolvere le partite all’ultimo com’è accaduto sabato. La vita, per noi e per loro, scorre velocemente e noi cercheremo di andare forte anche domani sera. Si tratta di andare a provare a fare tutto, vogliamo portare a casa il massimo. Dobbiamo avere le intenzioni corrette, la partita sarà molto importante e servirà anche la nostra esperienza. L’Eintracht ha sempre spinto forte, contro chiunque e conosciamo i pregi e i difetti di questa tattica. A volte si scompongono. La differenza la farà la gestione della partita, alcune volte siamo riusciti a fare bene, altre meno, ma non dobbiamo dimenticarci delle cose buone che abbiamo fatto in questa stagione. A livello difensivo abbiamo fatto spesso e volentieri bene e mi aspetto di rivedere tutto questo anche domani, a prescindere dai nostri avversari. Dobbiamo mantenere una nostra identità, abbiamo passato periodi migliori ma difficilmente la squadra è stata totalmente allo sbando. Non ci sono i rischi di dover ripartire da zero, manterremo la stessa composizione tattica facendo attenzione alle loro qualità”.
Su Nainggolan: “Dispiace che non ci sia ma la cosa che mi fa più dispiacere è quella di lasciare a casa i giocatori che sono fuori lista. Per il resto in campo ci va sempre l’Inter, anche se manca un calciatore o un altro. Dobbiamo far vedere che siamo una squadra forte”. Sul recentissimo incontro tra società e Icardi: “Non ho avuto tempo per andare a informarmi di quello che è successo. Questa partita ci riempie tutto il contenitore del tempo e non possiamo pensare ad altri. Dobbiamo usare tutto il nostro tempo per questa partita importantissima”.