Obiettivo play-off: Reggina e Viola hanno bisogno di Reggio Calabria

Tempo di rivoluzioni nello sport reggino. Reggina e Viola in queste settimane hanno cambiato radicalmente assetto societario, salvando così la storia di due club che hanno portato per anni il nome di Reggio Calabria in tutta l’Italia.

In casa amaranto, il nuovo volto di Luca Gallo ha riacceso l’entusiasmo in città, arrivando a superare quota 10.000 spettatori in occasione del derby contro il Catanzaro. In contemporanea, anche la Viola basket ha trovato un nuovo volto, con la Mood Project pronta a mettersi in gioco in una città così affamata di sport.

Nel corso delle prossime settimane, entrambe le compagini tenteranno il tutto per tutto per raggiungere gli obiettivi stagionali, destino voglia che siano uguali: centrare i play-off.

Domenica 10, entrambe le squadre scenderanno in campo per giocarsi una partita decisiva per il finale di stagione. Gli amaranto alle ore 14.30 affronteranno la Paganese in terra Campana, mentre la Mood Project Viola ospiterà la capolista Caserta al ‘Palacalafiore’ alle ore 18.00.

La società cestistica ha indetto per l’importante partita la ‘Giornata neroarancio‘, con prezzi popolari accessibili a tutti. Una partita che potrà mandare la Viola in una posizione importante della classifica, facendo diventare il sogno play-off una concreta realtà. La Viola, come la Reggina, ha bisogno del supporto della propria gente. Un ‘Palacalafiore‘ gremito potrebbe diventare l’arma decisiva per battere la capolista. In passato il palazzetto ha dimostrato il proprio valore, emozionando chiunque entrasse sul parquet.

Nonostante calcio e basket siano due sport completamente diversi tra di loro, nel corso degli anni sono riusciti ad unire le tifoserie, mischiando il neroarancio e l’amaranto in un unico grido: “Forza Reggio!“.

Il potenziale che il ‘Granillo‘ e il ‘Palacalafiore‘ possono offrire è immenso, due strutture che non hanno niente da invidiare alle grandi realtà della Serie A. Nei momenti cupi e tristi che la tifoseria reggina ha dimostrato di essere d’altra categoria, adesso è tempo di sognare in grande per tutti.

REGGINA E VIOLA HANNO BISOGNO DI REGGIO CALABRIA.