Uccide la fidanzata a calci e pugni: “Ero geloso”

Ha confessato di aver ucciso la fidanzata a calci e pugni per la troppa gelosia. E’ accaduto a Messina, dove una ragazza di 28anni è stata ritrovata senza vita sul letto, in una pozza di sangue. Gli inquirenti hanno immediatamente avuto il sospetto che si trattasse del compagno della vittima. Dopo la confessione è emerso che l’uomo aveva già picchiato in passato la ragazza. La gelosia sarebbe la causa del gesto estremo. L’uomo è stato trasportato in Questura dove ha immediatamente confessato il delitto.