Asp Reggio Calabria, confiscati beni per 5 milioni di euro ad infermiere

Beni per oltre 5 milioni di euro sono stati confiscati ad un infermiere dell’Asp di Reggio Calabria. Il 61enne esercitava la propria professione a Melito Porto Salvo ed in passato è stato associato ad una cosca del posto. Le indagini, condotte svolte dalla Dia coordinate dal procuratore distrettuale Giovanni Bombardieri, hanno fatto emergere un’evidente sproporzione tra i redditi dichiarati rispetto agli investimenti effettuati. All’uomo sono stati confiscate 57 unità immobiliari e circa 14 ettari di terreno coltivato.

CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK