Il Napoli cala il tris al Chievo: ci pensano Koulibaly e Milik. Clivensi in B

Foto: pagina Facebook Ssc Napoli

La trentaduesima giornata mette di fronte al Bentegodi di Verona Chievo e Napoli, due squadre che poco hanno da dire al campionato. Come da pronostico, meglio gli azzurri nei primi 45′ i quali si affacciano verso la porta difesa da Sorrentino con un tiro che non c’entra lo specchio della porta. La seconda chance è quella giusta per passare in vantaggio e al 15′ infatti Koulibaly mette a segno il primo gol della stagione quando Mertens batte un calcio d’angolo e il difensore senegalese è ben appostato e di testa fulmina Sorrentino. La reazione del Chievo stenta ad arrivare e quindi è Chiriches a rendersi pericoloso con una zuccata sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma a differenza del suo compagno di reparto, non trova fortuna. È un assedio del Napoli che sfiora anche la traversa con Milik il quale è bravo a trovare la spizzata di testa, meno bravo ad indirizzare la palla. Nella ripresa gli azzurri ci impiegano appena sei minuti a far correre un brivido lungo la schiena di Sorrentino, quando un’azione corale di Fabian, Callejon e Mertens porta alla conclusione il belga ma da posizione defilata non riesce a raddoppiare. Milik si rende un pericolo costante anche nel secondo tempo quando riceve palla da Insigne e prova in spaccata e dopo appena due minuti inserisce il suo nome nel tabellino marcatori con un tiro a giro dal limite dell’area. Gli uomini di Ancelotti avrebbero anche l’opportunità di fare il tris se Sorrentino non respingesse il siluro di destro di Callejon. Tris solo rimandato e ci pensa ancora Koulibaly su azione d’angolo, quando Mertens crossa al centro, Sorrentino tocca e il pallone giunge tra i piedi del difensore del Senegal che non si lascia pregare e spara alle spalle dell’estremo difensore. Nei minuti conclusivi c’è un pizzico di gloria anche per il Chievo che rende meno amaro il passivo con Cesar, bravo a battere Ospina di testa. Segnali di ripresa del Napoli in vista del ritorno in casa contro l’Arsenal per i quarti di Europa League, mentre il Chievo saluta matematicamente la serie A.