Condannato all’ergastolo Cosimo Di lauro

Napoli. Cosimo Di Lauro, figlio di Paolo, capoclan di Secondigliano, conosciuto come Ciruzzo ‘o milionario, è stato condannato all’ergastolo. Il boss con il codino è ritenuto il mandante dell’agguato costato la vita a Mariano Nocera, uomo degli Abete-Abbinante, colpevole, secondo il racconto dei pentiti, di non essersi piegato al volere di Cosimo. Il raid avvenne il 2 settembre del 2004 e fu il primo agguato che testimoniò le frizioni che poi sarebbero state alla base della sanguinosa faida di Scampia che tra il 2004 e il 2005 provocò oltre 80 morti. La risposta all’agguato di Nocera arrivò poi il 28 ottobre con il duplice omicidio di Fulvio Montanino e Claudio Salierno, rispettivamente il miglior amico e il guardaspalle di Cosimo Di Lauro. Da quel momento la ‘guerra’ tra gli scissionisti del clan, gli Amato-Pagano, e i Di Lauro coinvolse tutta l’area Nord di Napoli.