Europa League. Chelsea da applausi, Arsenal asfaltato: a Baku finisce 4-1 per i Blues

La squadra guidata da Maurizio Sarri vince e convince, primo trofeo per il tecnico Italiano

Tutto troppo facile per il Chelsea allo stadio olimpico di Baku dove i ‘Blues’ hanno sollevato al cielo l’ambita coppa dell’ Europa League. Una partita che non ha avuto storia fin dai primissimi minuti, quando Hazard e compagni hanno preso la metà campo avversaria, chiamando in causa Cech in piu’ di un’occasione. L’Arsenal non si è reso mai particolarmente offensivo, le uniche azioni pericolose sono arrivate dai piedi di Lacazette. A sbloccare la partita ci ha pensato Giroud al 49′, su traversone di Emerson, il francese colpisce il pallone di testa nell’angolo basso. L’Arsenal subisce il colpo ed i Blues trovano il raddoppio al 60′ con Pedro. Il tiro a giro di sinistro si rivela una saetta imprendibile per Cech. Con il doppio svantaggio, gli ospiti perdono la testa e per il Chelsea arriva anche il 3-0 su calcio di rigore fischiato dall’arbitro italiano Rocchi; Giroud viene travolto in area e dal dischetto Hazard non sbaglia. L’Arsenal prova a rientrare in partita e trova la rete con Iwobi. Al 69′ su punizione di Xhaka, il pallone arriva sui piedi del nigeriano che lo piazza preciso nell’angolo. Il Chelsea non ci sta e trova la rete del 4-1: Giroud serve un pallone preciso per Hazard che realizza così la doppietta d’addio. I Gunners subiscono il definitivo colpo e la partita si conclude con il poker e la vittoria dei Blues.

Una partita dominata dagli uomini di Sarri che può ritenersi soddisfatto della prestazione vista in campo. L’Arsenal torna a casa con un grande rammarico per non aver dimostrato le proprie qualità. Una partita che ha visto l’addio al calcio di Petr Chech. Il portiere da domani sarà un dirigente del Chelsea.

CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK