Fabio Caserta e la Juve Stabia, un legame indissolubile: in serie B ancora insieme

Fabio Caserta è legato alla Juve Stabia e a Castellammare da ormai tanti anni. Prima capitano in campo, poi condottiero in panchina alla conquista della Serie B quest’anno. Fabio Caserta, allenatore giovane ma allo stesso tempo molto capace, è riuscito a riportare le Vespe dove meritano. Un allenatore che, nonostante le difficoltà di un campionato come la Serie C, ha gestito al meglio il tutto arrivando al traguardo con addirittura due giornate d’anticipo. Il lavoro effettuato sulla panchina gialloblu ha attirato intorno a sé il ronzio di alcune voci di mercato. Giustamente, un allenatore che perde una sola volta in campionato sul campo di una squadra come il Catania merita le attenzione di altre squadre più o meno importanti della Juve Stabia. In queste settimane alla voce delle squadre interessate a Caserta si è aggiunto anche il Bari di De Laurentiis, neo promosso in C. Una piazza come quella pugliese farebbe gola, soprattutto in questo periodo di rinascita, praticamente a tutti. Ma attenzione: ad oggi vale la pena lasciare Castellammare e la Juve Stabia? Vale la pena abbandonare la propria casa per una piazza si importante, ma non quanto l’amore di ogni singolo tifoso stabiese? No, la risposta è assolutamente no. E lo sa anche mister Fabio Caserta. In cuor suo sa, che nonostante il mercato, anche l’anno prossimo indosserà ancora quella tuta per andare in panchina e giocarsi tutte le sue carte in serie B. Non è nemmeno più un problema di contratto, perché nonostante la scadenza fissata il 30 giugno 2019, con la promozione diretta dovrebbe scattare un rinnovo automatico. Ma certamente Franco Manniello e Fabio Caserta non avrebbero ridotto il tutto a un misero contratto societario. Manniello che è ormai il padre di Caserta, gli avrebbe fatto firmare un contratto anche senza promozione in serie B. E di questo ne siamo certi.
Dopo la festa di domenica post Virtus Francavilla e dopo aver affrontato le vincitrici degli altri due gironi di serie C per la SuperCoppa, Polito e il mister si metteranno subito al lavoro per costruire un’altra squadra importante per l’anno prossimo. Da giugno in poi partirà subito un’altra stagione per la Juve Stabia, alcuni elementi della rosa non sono ancora certi del posto in rosa, altri arriveranno sicuramente. Ciò che è certo, però, è una cosa: questa squadra continuerà ad avere il proprio condottiero.