Il Milan stacca un pass per l’Europa: Piatek e Suso decisivi

‘San Siro’ omaggia Ignazio Abate con una standig ovation da brividi

Partita decisiva per il Milan in chiave Champions League. Tra le mura dello stadio ‘San Siro’ i rossoneri ospitano il Frosinone già condannato alla Serie B.

Rossoneri schierati in campo da Gattuso con il 4-3-3, tridente formato da Suso, Piatek e Borini. Baroni risponde con il 3-5-2, in avanti spazio a Trotta e Ciano.

La prima frazione di gioco vede le due squadre ben equilibrate in campo, nonostante la retrocessione già certa dei ciociari, il gioco degli ospiti mette in difficoltà la difesa rossonera in piu’ di un’occasione. Nel Milan è Calhanoglu ad attaccare costantemente la metà campo avversaria ma Ariaudo e compagni si rivelano un muro. La prima azione pericolosa arriva al 29′ quando Suso serve un buon pallone per Calhanoglu che calcia sicuro in porta ma sulla linea trova Zampano. I primi 45′ si concludono sul risultato di 0-0 e poche emozioni.

La ripresa inizia con gli stessi uomini del primo tempo. Nei primissimi secondi è Borini a divorarsi la rete del vantaggio, dopo aver saltato due uomini in area, l’attaccante calcia il pallone alto sopra la traversa. Al 47′ Abate sbilancia in area Paganini, per l’arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto calcia Ciano ma Donnarumma nega la gioia della rete ai ciociari. Al 51′ Gattuso manda in campo Cutrone per Bakayoko. Il tecnico calabrese decide di giocarsi il tutto per tutto sulla fase offensiva. Al 57′ Piatek beffa la linea del fuorigioco e sfrutta al meglio il pallone messo in area da Borini. Vantaggio rossonero e nono gol con la maglia del Milan per il polacco, il trentesimo in campionato. Al 65′ Suso realizza una perla su calcio di punizione, lo spagnolo calcia un pallone imprendibile per Bardi che non può fare nulla. Gli ultimi dieci minuti vedono le due squadre palleggiare in attesa del fischio finale. Gattuso lascia spazio anche alla standig ovation dello stadio per Ignazio Abate, il calciatore abbandonerà il Milan dopo 10 anni. La partita si conclude sul risultato di 2-0.

Un pass europeo per i rossoneri che hanno la matematica certezza di approdare in Europa, resta ancora il sogno Champions in attesa dell’Atalanta che questa sera affronterà la Juventus allo ‘Stadium’. Un Frosinone che esce da ‘San Siro’ a testa alta con in programma già una stagione importante che vedrà i ciociari ripartire dalla Serie B.