Juve Stabia, Pordenone prossimo avversario: in palio la Supercoppa

Domani sera la stagione di Juve Stabia e Pordenone volgerà al termine: allo stadio “Ottavio Bottecchia” le due formazioni si sfideranno per decretare la vincitrice della Supercoppa Italia di Serie C. Nella prima giornata contro l’Entella entrambe hanno pareggiato, i gialloblu per 2-2 al Romeo Menti, i neroverdi 0-0 allo Stadio Comunale di Chiavari. Dunque, i tre punti in palio domani sera peseranno tantissimo, chi vince metterà in bacheca un’altra coppa.

L’AVVERSARIO DELLE VESPE: LA SORPRESA PORDENONE. La società di Mauro Lovisa ha sorpreso durante l’annata appena conclusa battendo la concorrenza della più quotata Triestina. Lovisa, imprenditore di Rauscedo, ha costruito negli un giocattolo quasi perfetto: dal settore giovanile all’importanza della comunicazione via social fino alla scalata verso la Serie B di quest’anno, miglior risultato sportivo della storia di questa società. Il progetto neroverde si era capito fosse ambizioso quando nell’estate scorsa Lovisa affida la panchina a mister Attilio Tesser, tecnico affidabile e da categorie superiori.

LA ROSA NEROVERDE: UN MIX VINCENTE. La rosa messa a disposizione di Tesser è un vero e proprio mix di giovani affamati e “vecchietti” con ancora tanta voglia di vincere. In difesa spiccano i nomi di De Agostini, classe 1983, calciatore affidabile per la Serie C; Mirko Stefani, classe 1984, cresciuto nelle giovanili del Milan; Alberto Barison, Classe 1994, autore di ben sei reti in campionato; Florio, Frabotta, Cotroneo e Nardini i difensori giovani e di belle speranze. A centrocampo, la rosa di mister Tesser presenta nomi importanti e di qualità: Burrai e Misuraca gli uomini di maggior talento in mezzo al campo, con il primo autore di 7 gol in stagione; Gavazzi, ottimo elemento in entrambe le fasi; Bombagi, invece, il trequartista della rosa con il compito di innescare le punte. Un reparto completo e forse il migliore della formazione veneta. Infine, l’attacco: bomber Candellone(classe 1997),capocannoniere della rosa con 14 reti, e Ciurria con 6 rappresentano il duo principe di mister Tesser. Ma le alternative anche qui non mancano: a partire da Magnaghi e Germinale fino a Berrettoni, punta esperta che anche quest’anno ha garantito i suoi gol.

La Juve Stabia, dunque, si troverà di fronte una signora squadra e così come settimana scorsa contro la Virtus Entella, anche domani sera a Pordenone sono previsti gol e spettacolo tra due compagini che amano il gioco offensivo. E chi segnerà più reti alzerà al cielo anche la Supercoppa Italiana di serie C. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK