Nel segno dell’Imperatore Adriano, il trascinatore della Juve Stabia in serie B

“Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano”. Così cantava Antonello Venditti in una delle sue canzoni più iconiche ed è così che potrebbe essere riassunta la storia di Adriano Sartorio Mezavilla, centrocampista della Juve Stabia. Il brasiliano, nel 2010, fu acquistato dall’Andria, diventando uno degli artefici della prima promozione in Serie B con Piero Braglia e della vittoria in Coppa Italia Lega Pro. Anche nel campionato cadetto, Adriano risultò uno degli uomini più importanti per le Vespe nel 2011-2012 con un piazzamento finale al nono posto. Le due stagioni successive furono un pò più travagliate sia per Mezavilla che per tutta la Juve Stabia, soprattutto nel 2013-2014 con una retrocessione incredibile in Lega Pro. Con il ritorno nella terza serie italiana, Adriano, alla ricerca di nuovi stimoli, passò prima all’Alessandria e poi alla Reggina per un totale di 4 stagione lontano dal mare di Castellammare. Nell’estate scorsa, però, Fabio Caserta richiese alla società un uomo di esperienza e di fiducia, un uomo con valori sia in campo che fuori, un uomo decisivo nelle partite che contano ed ecco nuovamente l’imperatore Adriano. Come un segnale del destino, come se Caserta sapesse cosa sarebbe successo qualche mese dopo.

Nella straordinaria cavalcata delle Vespe, Mezavilla non parte quasi mai da titolare lasciando spazio a calciatori più giovani ma la sua presenza nello spogliatoio risulterà fondamentale nei momenti di difficoltà che la squadra ha affrontato durante tutto l’arco della stagione. Però, a conti fatti, oltre l’esperienza e la capacità di mantenere compatto il gruppo, Mezavilla quest’anno ha siglato le reti più importanti, nelle partite clou, proprio come richiedeva mister Caserta. Oltre alle reti segnate nel derby con la Paganese al Torre e contro il Rieti sempre in trasferta, queste le 4 reti decisive ai fini della promozione di Adriano: Trapani-Juve Stabia 1-2 rete oltre il novantesimo; Sicula Leonzio-Juve Stabia 2-3 doppietta da subentrante e rimonta completata; Juve Stabia-Vibonese 2-1 rete nella giornata della B. Insomma, nelle partite più importanti Mezavilla c’è sempre stato e l’anno per mantenere la Serie B servirà ancora tutta la sua immensa esperienza. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK