Pompei diventa comune plastic free

Pompei. Anche la città mariana aderisce al progetto Comune Plastic Free che parte dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare che ha cinque parole chiave: riduzione, recupero, riciclo, rigenerazione e riuso. E sono centinaia i Comuni d’Italia che hanno aderito. Pompei è uno di questi Comuni. Tutte le attività commerciali che insistono sul territorio comunale verrà vietata la distribuzione ai clienti sacchetti di plastica non biodegradabile. È consentito l’utilizzo delle eventuali scorte di sacchetti da asporto monouso in materiale non biodegradabile e non compostabile, giacenti nei magazzini, comunque non oltre il 31 luglio; E’ vietata la vendita e l’utilizzo di sacchetti di colore nero; È fatto divieto ai titolari delle attività della ristorazione, ricettive e attività similari, nonché gli esercizi commerciali di generi alimentari ed ogni altro esercizio e centro vendita abilitato alla commercializzazione di stoviglie per alimentari, a decorrere dal 1 agosto 2019, l’utilizzo o la distribuzione di “materiale monouso” non biodegradabile e non compostabile. Per quanto riguarda mense scolastiche ed ospedaliere si andrà in proroga. Solo dal 30 ottobre sarà vietata la plastica non biodegradabile per consentire i tempi di adeguamento. Le sanzioni previste per chi non rispetta l’ordinanza di Palazzo de Fusco vanno da 25 euro a 500 euro. CLICCA QUI E METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK