Spari a Napoli, Salvini arriva in Prefettura. Di Maio: “Arrestato l’animale che ha sparato alla piccola”

Il ministro Matteo Salvini dell’Interno, Matteo Salvini, sarà in prefettura a Napoli “per ringraziare tutte le istituzioni per l’impegno costante contro la criminalità”, secondo quanto fa sapere il Viminale. L’arrivo è previsto alle 17,30. Il Viminale conferma la presenza del ministro in città anche per settimana prossima per la riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, in programma giovedì 16. 
“Sono molto contento e faccio i miei complimenti a tutta la struttura ospedaliera del Santobono. Ed allo stesso tempo faccio i miei complimenti alle forze dell’ordine per avere preso ‘l’animale’ che ha sparato a Noemi. Domani sarò lì per stringere la mano alle forze dell’ordine e quanti hanno aiutato Noemi. Napoli è questa e non è chi ha sparato”. Cosi’ il vicepremier Luigi di Maio, a Palermo, a margine della partenza della Targa Florio, commenta le ultime notizie sulla bimba napoletana rimasta ferita nel corso di uno scontro a fuoco a Napoli.
Soddisfazione per il lavoro delle forze dell’ordine e dei medici del Santobono è stata espressa anche dai Verdi campani: “La giornata di oggi ci ha regalato una doppia soddisfazione. Da un lato Noemi ha ripreso conoscenza, con grande emozione di tutta la parte buona di Napoli. Dall’altro i criminali che si sono resi responsabili dell’agguato in piazza Nazionale sono stati assicurati alla giustizia. Rivolgiamo un plauso alle forze dell’ordine che sono riusciti a intercettare e bloccare i responsabili di una cosi’ ingiustificabile vergogna nel giorno di pochi giorni. Esprimiamo profonda gratitudine anche nei confronti di tutto il personale dell’ospedale Santobono che ha avuto a che fare con un caso che non dovrebbe mai riguardare un nosocomio pediatrico, cioe’ una bambina colpita da un proiettile”. Hanno detto il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e i portavoce del Sole che Ride in Campania Vincenzo Peretti e Benedetta Sciannimanica. “A Noemi auguriamo un recupero velocissimo. Deve tornare a sorridere e giocare come tutti i bambini della sua età. Questa brutta storia deve solo diventare un ricordo sbiadito nel suo percorso di vita. Diversamente, la sparatoria di piazza Nazionale deve restare ben fissa nelle menti degli adulti come monito dell’imbarbarimento di una parte della nostra comunità. Il nostro auspicio è che il responsabile dell’agguato sia punito dalla giustizia con una pena draconiana (Dracone istituì la pena di morte anche per piccoli reati, ndr). Non deve esserci alcuna accondiscendenza nei confronti di camorristi e delinquenti. A nessuno deve essere permesso di trasformare Napoli in un far west dove anche una bambina che gioca con la sua mamma può rischiare la vita a causa di un proiettile vagante”.
Un messaggio per la piccola Noemi e le vicende napoletane è stato scritto su twitter dalla segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan: “Il risveglio oggi della piccola Noemi a Napoli ci riempie tutti di speranza. Grazie ai medici ed al personale sanitario per la grande professionalita’ e responsabilita’. E grazie alle forze dell’ordine che hanno arrestato il responsabile di quel crimine. Ma solo una grande alleanza tra istituzioni e cittadini puo’ sconfiggere la camorra”.