Boscotrecase. Inaugurato il campo comunale, De Luca:”Uno dei campi più belli d’Italia”

Questa mattina, per Boscotrecase, è stato un giorno di festa, un giorno importante che resterà impresso nella mente e nei cuori dei cittadini boscotrecasesi. Il campo comunale è finalmente rinato, con un vestito totalmente nuovo: dalla polvere e le pietre a un manto erboso di ultimissima generazione. I lavori sono stati effettuati per le Universiadi ma soprattutto per continuare a vivere lo sport in paese. Per il momento la struttura sarà utilizzata solo per il rugby ma chissà se in futuro oltre la palla ovale non tornerà di nuovo di moda la sfera per il calcio, sport tanto caro a Boscotrecase.
Tutta la soddisfazione del sindaco Pietro Carotenuto, il quale sul proprio profilo Facebook ha scritto poche righe ma ricche di significato: “Abbiamo inaugurato il campo sportivo comunale. Un’opera realizzata grazie al finanziamento di 600 mila euro circa stanziato dalla Regione Campania nell’ambito delle Universiadi. La posa del manto erboso e la ristrutturazione degli spogliatoi. Senza spendere un euro dal bilancio del Comune abbiamo riqualificato una struttura dell’intera comunità e creato le condizioni per favorirne lo sviluppo, a cominciare dalle Universiadi che ospiteremo anche a Boscotrecase dal 30 giugno al 7 luglio. Presto partiranno altri importanti lavori in paese. Non ci resta che raccogliere i frutti di tre anni di lavoro e sacrifici dove abbiamo programmato tanto. Andiamo avanti, pancia a terra e testa alta. Con serietà, con umiltà, con l’amore incondizionato per questa terra”.
Oltre Carotenuto e tutta la giunta comunale, alla manifestazione di stamattina erano presenti il presidente Vincenzo De Luca, il sindaco di Trecase Raffaele De Luca, il consigliere regionale Mario Casillo, il Commissario Straordinario per l’Universiade Gianluca Basile, il presidente della Federazione italiana rugby (FIR) Alfredo Gavazzi, il presidente del Comitato Regionale Campania Fabrizio Senatore, il presidente del Coni regionale, Sergio Roncelli e il presidente dell’Amatori Torre del Greco Pasquale De Dilectis (la società che gestirà l’impianto una volta conclusi i giochi universitari, ndr), oltre alla selezione nazionale italiana di rugby.
Anche il presidente della regione ha voluto esprimere il suo pensiero sull’inaugurazione della struttura: “Si tratta di uno dei primi impianti finiti che consegniamo. Non credo che esista altra realtà in Italia in grado di realizzare 67 impianti in 10 mesi. Il commissario tecnico della nostra nazionale mi ha detto che è tra i più bei campi da rugby d’Italia. Le Universiadi sono un grande scambio di civiltà: fare incontrare i giovani di 130 Paesi, alcuni dei quali tra di loro in guerra mentre i loro studenti universitari vengono qui a fare sport. Uno scambio di umanità, cultura, coscienza. Questa manifestazione servirà a promuovere Napoli e la Campania e sarà un volano di sviluppo per turismo, ristorazione, per gli alberghi. Abbiamo un duplice obiettivo: rappresentare nel mondo l’immagine di Napoli e con Napoli rappresentare l’Italia nel mondo”.